Artist

 Aline Bouvy  / Alterazioni Video / Andreco / Enrico Boccioletti / Carola Bonfili & Ottaven / Joanne Burke / Giuseppe Buzzotta / Campo Stabile / Canedicoda / Alessandro Cicoria / Alessandro Dandini de Sylva / Giulio Delvé / Yara De Freitas / Alessandro Di Giugno Edoardo Dionea Cicconi / Flavio Favelli / Tothi Folisi / Francesco Fontana / Stefania Galegati Shines / Gianni Garrera / Giuseppe Garrera / Guido Gazzilli  Livio Graziottin / Filippo Leonardi /  Emiliano Maggi / Domenico Mangano / Marta Malatesta / Gianfranco Maranto / Xavier Mary / Michela de Mattei / Diego Miguel Mirabella / Ignazio Mortellaro / Valentina Nascimben / Matteo Nasini

Carl Palm /  Leonardo Petrucci / Massimo Piersanti / Gianandrea Poletta  Andrea Polichetti / Gianni Politi / Marco Raparelli

Giacomo Rizzo / Alessandro Sarra / Mario Schifano / Vincenzo Schillaci / Vincenzo Simone / Simone Stuto /  V. / Franco Valente George Vermont / Alessandro Vizzini

 


Il Museo delle Palme, un nuovo progetto in collaborazione con l’Orto Botanico di Palermo sostenuto dalla Galleria Operativa Arte di Roma.

Definita dal grande botanico svedese Linneo principes plantarum, la palma ha avuto da sempre un ruolo centrale nell’immaginario simbolico dell’uomo. Simbolo della vittoria, dell’ascensione, della protezione, della fecondità e della fertilità; la sua è stata una presenza costante nelle religioni e,conseguentemente, nelle arti figurative. La palma è stata, anche, oggetto di speculazione filosofica:       infatti Carl Gustav Jung riteneva che nell’inconscio dell’uomo, quale progenitore, si ritrova l’archetipo della palma. L’anima stessa dell’uomo è la palma: l’inconscio non sarebbe altro che la sua ombra.

In relazione alla centralità che la palma ha avuto nella storia dell’uomo va spiegato il particolare interesse dell’Orto Botanico di Palermo nei suoi confronti, grazie anche al contributo di appassionati d’arte e di natura l’Orto botanico ha ricevuto in dono da maestri di pittura italiani una quantità di opere tale da poter costituire una collezione d’arte ispirata alle palme. Tale collezione, ha oggi sede nel Calidarium e va ad arricchire e completare il “museo” in vivo costituito dalla spettacolare collezione di palme in piena area, di cui l’Orto, sin dalla sua costituzione, ha voluto dotarsi, non trascurando di potenziarla e di migliorarla nel tempo.

Il progetto in questione intende rivalutare e ricontestualizzare al giorno d’oggi la collezione del museo delle palme, cercando di coinvolgere una nuova generazione di artisti che si sono affermati negli ultimi anni. Per questo verrà costituita una nuova collezione

nel Tiepidarium, con l’intento di ampliarla nel tempo.

Accanto a questo sei artisti hanno  soggiornato a Palermo  per l’arco di due settimane, periodo che è stato dedicato ad una ricerca estetica e antropologica sulla palma e in generale sull’Orto Botanico, oltre che alla produzione di installazioni site specific.

Le opere sono state prodotte  specificatamente per degli spazi  all’ interno dell’orto botanico, ed hanno affrontato il 

soggetto (palma) con un linguaggio estetico attuale, considerandone anche l’impatto come pianta nel contesto urbano/ domestico.

Questa prima parte del progetto si è conclusa con una mostra aperta al pubblico presentando  la produzione degli artisti in residenza, più una raccolta di circa 50 opere donate di diversi artisti italiani e non, che servirà a riqualificare la collezione del museo delle palme.

La seconda parte del progetto si sta svolgendo costruendo una o piú tappe di un museo delle palme itinerante, in cui le opere dei giovani, in dialogo con alcune selezionate dalla collezione del museo della generazione precedente, possano raccontare su un piano estetico e

concettuale la storia della pianta. La prima tappa è stata  la galleria Operativa - arte di Roma. Ogni anno i cicli di residenza verranno ripetuti per ampliare la collezione; il progetto continuerà a svilupparsi con l'intento di costruire un padiglione ad hoc per contenere l'intera collezione.